CeoCip

Leggi oggi le notizie di domani!

Il calendario SBK 2020, novità e cambiamenti

3 min read

La stagione 2020 del Mondiale Superbike vedrà molti cambiamenti in pista, con una griglia di partenza rimescolata grazie a nuovi arrivi e piloti con nuovi colori. Ma, così come la line-up, grandi variazioni appaiono anche nel calendario del prossimo anno, reso noto poco fa. Si parte a fine febbraio dall’Australia e si conclude a metà ottobre in Argentina. Spariscono Buriram e Laguna Seca, mentre si dà il benvenuto a Oschersleben e Montmeló.

Saranno ancora 13 i round della prossima stagione che, come di consueto, comincerà a Phillip Island, in Australia. Il paddock delle derivate di serie però non volerà a Buriram come fatto fino allo scorso anno, ma si sposterà in Qatar. Questo è il primo grande cambiamento che si nota nel calendario: se la pista di Losail era stata teatro dell’appuntamento di chiusura del campionato, nel 2020 farà invece seguito al round australiano.

Cambia anche il primo appuntamento europeo: sarà ancora la Spagna ad ospitare la Superbike nel vecchio continente, ma non più sulla pista di Aragon. Jerez de la Frontera è il circuito prescelto per dare avvio alla stagione europea del mondiale, che quest’anno non vede il back-to-back con Assen, mantenuto ad aprile ma a distanza di tre settimane dal primo round in Europa.

La Spagna sarà il paese che più appuntamenti ospiterà nel corso della stagione 2020: Motorland Aragon infatti è stata spostata al fine settimana del 24 maggio, mentre risalta l’ingresso del Circuit de Catalunya. Annunciato già qualche settimana fa, il Montmeló sarà la pista prescelta per il terzo ed ultimo round spagnolo del prossimo anno, che si terrà a metà settembre.

Oltre alla pista di Barcellona, nel calendario Superbike del 2020 c’è un gradito ritorno: rientra la Germania, che avrà il suo round dopo lo stop dal 2016. Le derivate di serie saranno però non più impegnate al Lausitzring, ma sullo storico tracciato di Oschersleben, dove avevano già corso nei primi anni duemila.

Mantenendo sempre 13 round, due pista sono sparite dal calendario: si tratta di Buriram e di Laguna Seca. Questi due tracciati hanno ospitato la Superbike per l’ultima volta nel 2019 e non c’è stato nessun rinnovo, pertanto lasciano spazio alle nuove piste sopra citate.

Sono confermate invece le tappe italiane, che riscuotono sempre un grande successo: la Superbike torna ad Imola dall’8 al 10 maggio, mentre si sposterà al Misano World Circuit Marco Simoncelli dal 12 al 14 giugno. L’appuntamento sulla riviera romagnola precede il round di Donington Park, come di consueto, mentre l’ultimo appuntamento prima della pausa estiva sarà proprio Oschersleben.

Il mondiale si ferma per un mese circa, dal 4 agosto ai primi di settembre, quando torna in pista in Algarve. Come sempre, il Portogallo apre l’ultima fase di stagione prima di volare in Catalogna, mentre sarà Magny-Cours l’ultimo round europeo della stagione. A differenza degli altri anni, il 2020 si chiuderà in Argentina. El Villicum sarà infatti teatro dell’ultimo appuntamento dell’anno ed è stato confermato nonostante le numerose polemiche del 2019 che hanno portato al boicottaggio di Gara 1. Rispetto alla stagione da poco conclusa, la prossima terminerà a metà ottobre, questo vuol dire che i round saranno più ravvicinati, sebbene non ci sia un back-to-back.

DATA PAESE CIRCUITO
28 Febbraio – 1 Marzo Australia Phillip Island Grand Prix Circuit
13-15 Marzo Qatar Losail International Circuit
27-29 Marzo Spagna Jerez de la Frontera
17-19 Aprile Olanda TT Circuit Assen
8-10 Maggio Italia Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola
22-24 Maggio Spagna MotorLand Aragón
12-14 Giugno Italia Misano World Circuit “Marco Simoncelli”
3-5 Luglio Gran Bretagna Donington Park
31 Luglio – 2 Agosto Germania Motorsport Arena Oschersleben
4-6 Settembre Portogallo Autódromo Interacional do Algarve
18-20 Settembre Spagna Circuit de Barcelona – Catalunya
25-27 Settembre Francia Circuit de Nevers Magny-Cours
9-11 Ottobre Argentina Circuito San Juan Villicum