CeoCip

Leggi oggi le notizie di domani!

Anche Robert Redford contro Trump

2 min read

“E’ un dittatore, è ora che se ne vada”. L’ultima celebrity a lanciare un grido contro Donald Trump è un mito del cinema americano e mondiale, Robert Redford, 83 anni, che in un editoriale su Nbc News ha definito senza mezza termini l’attuale amministrazione statunitense “una monarchia in incognito“, un regime che sta attaccando i valori fondanti dell’America.
    Non solo Robert De Niro, dunque, che con i suoi insulti al tycoon in diretta mondiale dal palco dei Tony Awards fece tremare Hollywood. L’affondo di Redford è più pacato, elegante, ma non meno duro. “E’ ora che Trump vada via e con lui coloro che in Congresso hanno scelto la lealtà al partito piuttosto che al giuramento di difendere solennemente la Costituzione degli Stati Uniti. E sta a noi fare che questo accada, attraverso il potere dei nostri voti”, afferma in quello che suona come un appello agli americani che voteranno per la Casa Bianca fra meno di un anno. Redford sostiene come con l’attuale amministrazione “il comune senso di tolleranza degli americani, la sacralità dello stato di diritto, la libertà della stampa e la libertà di espressione sono tutti valori minacciati da un singolo uomo”.
    L’elenco delle star che dicono basta all’era Trump si allunga sempre di più. Da Meryl Streep ad Alec Baldwin, da Whoopi Goldberg a Cynthia Nixon, passando per Michael Moore, Spike Lee, Susan Sarandon, Scarlett Johansson e, appunto, l’arrabbiatissimo Robert De Niro. Di recente, ospite di Stephen Colbert al The Late Show, De Niro ha detto che vivere sotto la presidenza Trump è come farlo in un contesto familiare violento. E contro il tycoon si è schierato anche il fondatore di Wikipedia Jimmy Wales, esortando Twitter a bandire il presidente dalla piattaforma: proprio nel giorno in cui tra l’altro Trump, alla vigilia della Festa del Ringraziamento, dalla sua Casa Bianca d’Inverno di Mar-a-Lago, ha regalato al mondo un clamoroso fotomontaggio in cui appare nelle vesti di Rocky Balboa, scatenando immediatamente sgomento e ironia sui social.
    “Restano undici mesi di tempo per cambiare il corso del disastro e per mettere la barca di nuovo sulla retta via”.Parola di Robert Redford.